Camorra, arrestato in Spagna capo “Teste matte”. Era nella lista dei 100 latitanti più pericolosi




BENALMADENA (SPAGNA) - E' stato catturato in Spagna uno dei cento latitanti più pericolosi d'Italia. Lucio Morrone, 53 anni, capo del gruppo criminale chiamato “teste matte”, operante per il controllo degli affari illeciti nei quartieri Spagnoli, nel centro storico di Napoli, è stato così incastrato da alcune immagini di videosorveglianza di un ufficio postale di Benalmadena, in Spagna, situato nella comunità autonoma Andalusia. Bloccato subito dopo il prelievo di alcuni contanti dai carabinieri di Napoli e dalla Guardia Civil, Morrone era ricercato dal 2010 per un ordine di esecuzione definitivo per una condanna a più di 4 anni di reclusione per stupefacenti, nonché dal 2013 destinatario di un’ordinanza (con successiva condanna in primo grado a 20 anni di reclusione) per associazione finalizzata al traffico di stupefacenti. Al momento dell’arresto il latitante ha esibito documenti falsi nel tentativo di eludere gli investigatori, ma quando poi ha sentito “carabinieri” si è arreso ammettendo la reale identità. © Riproduzione riservata