Sabato 23 settembre 2017 03:51

Una serra di marijuana scoperta nel centro antico di Napoli

13 aprile 2017



NAPOLI - Una vera e propria serra artigianale di piante di marijuana, all'interno di un’abitazione, nel quartiere Forcella, è stata scoperta dalla polizia di Stato. Attirati dall'odore acre delle piante, gli agenti del Commissariato di Polizia “Decumani”, nella serata di ieri, hanno fatto irruzione con l'ausilio dei Vigili del fuoco in un'abitazione disabitata in vico  Sant’Agostino alla Zecca. L’abitazione, chiusa da un portone in ferro e protetta da un cancello in ferro, presentava al piano terra, ove era ubicato il bagno e la cucina, una tenda termica, dotata di illuminazione, riscaldamento e ventilazione, adibita alla coltivazione di cinque piante di marijuana.

Al piano superiore, invece, nella camera da letto, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato tredici confezioni di fertilizzanti, nonché un bilancino di precisione, mascherine monouso ed un barattolo in vetro contenente marijuana già essiccata. L’essiccazione avveniva all'interno di un armadio, ove le piante erano adagiate su alcune grucce per abiti.

L’intervento della polizia, inevitabilmente, ha attirato la curiosità degli abitanti della zona che, subito, hanno provveduto ad allertare il proprietario dell’abitazione. Successivamente, giungeva sul posto il reale utilizzatore dell’appartamento, un 29enne, di Piedimonte Matese, studente presso la facoltà d’Ingegneria. I poliziotti hanno denunciato il 29enne, in stato di libertà, perché responsabile dei reati di coltivazione illegale e detenzione di sostanza stupefacente, ai fini di spaccio.

© Riproduzione riservata