Martedi 22 maggio 2018 09:45

Napoli, lavoratori Tim in piazza: «No al taglio degli stipendi»

13 dicembre 2016

NAPOLI - I lavoratori di Tim-Telecom Italia scendono in piazza. Manifestazioni in tutto il Paese in occasione dello sciopero nazionale dell’intero turno indetto da tutte le sigle sindacali. Anche a Napoli le maestranze dell'azienda di telefonia hanno sfilato per le vie del centro, in segno di protesta contro le politiche della dirigenza. La scelta dell’azienda, dichiara il sindacato, «è quella di cancellare di fatto la contrattazione aziendale il che può essere un esempio dannoso per il paese intero».

«No ai tagli delle retribuzioni»

«Siamo nuovamente in piazza con i lavoratori - dichiara il segretario della UilCom Campania Massimo Taglialatela – a protestare contro l'assenza di un piano Industriale serio, che mira esclusivamente a tagli delle retribuzioni dei dipendenti».  Il segretario regionale della Uilcom Campania Massimo Taglialatela dichiara tra l’altro che il problema dei buoni pasto non è certamente un punto principale della vertenza. Nella richiesta avanzata dall'azienda sarebbe previsto l’azzeramento del premio di risultato e allo stesso tempo anche un compenso milionario per l’amministratore delegato, il tutto a prescindere dai risultati, con il compenso che aumenterebbe comunque in presenza nel contenimento dei costi. Allora è ben chiaro il disegno dell'azienda, conclude il leader Regionale della Uilcom Campania Massimo Taglialatela.

© Riproduzione riservata