Baby gang in Campania, il garante: «Fenomeno in fortissimo aumento»

14 marzo 2017



NAPOLI - Il fenomeno delle baby gang in Campania è in fortissimo aumento. A dirlo è il garante per l'Infanzia e l'Adolescenza della Regione Campania, Cesare Romano, che ha illustrato i dati emersi da uno studio delle attività svolte sul territorio campano dall'Authority: ben 47 procedimenti a carico di minori per reati connessi ad associazione camorristica e 13 per associazione finalizzata al traffico di droga.

«L'aspetto povertà - spiega Romano - ha purtroppo accentuato una serie di disagi dei nostri minori, soprattutto nell'ambito della microcriminalità». Sono 3.272 i minori denunciati in Campania per reati commessi negli ultimi anni, pari all'8% del totale nazionale: si tratta per lo più di giovani compresi tra i 16 e i 17 anni, il 60% dei quali proviene dall'area napoletana, mentre solo l'8% ha origini straniere. Tra i reati commessi più frequentemente spicca il furto, seguito da lesioni volontarie e dalle rapine. Dati allarmanti anche sul fronte omicidi: 18 quelli commessi da minori e 14 i tentati omicidi, spesso scatenati da futili motivi.

© Riproduzione riservata