Martedi 12 dicembre 2017 05:32

Ospedale del Mare, in funzione le prime unità. De Luca: «Giornata storica»
Aprono oggi le prime unità operative dell'ospedale del Mare, entro la primavera del 2017 entrerà in funzione anche il pronto soccorso.

14 dicembre 2016



NAPOLI - L'ospedale del Mare apre i battenti. A dodici anni di distanza dalla presentazione del progetto, dopo rinvii, blocchi e inchieste, entrano in servizio le prime unità operative. I reparti di diagnostica per immagini, emodialisi e radioterapia saranno da oggi operativi presso il nuovo nosocomio di Ponticelli. All'inaugurazione ha partecipato anche il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. «Una giornata storica per la Sanità campana - ha scritto il governatore su facebook - , il cui merito è in primo luogo dei nostri dirigenti, il Commissario Ciro Verdoliva e il direttore generale dell'Asl Napoli 1 Elia Abbondante, che in questi mesi hanno fatto un lavoro eccezionale».

«Siamo partiti da zero»

«Era quasi impossibile rispettare questa scadenza - prosegue De Luca - perché quando siamo partiti non era pronto assolutamente nulla, né dal punto di vista dei collaudi, né delle autorizzazioni amministrative, né della selezione del personale. È stato fatto un lavoro all'ultimo respiro per arrivare a raggiungere questo obiettivo, dando una prova straordinaria di efficienza e capacità organizzativa. In queste ore si sta lavorando per varare le procedure concorsuali per selezionare personale medico, tecnico, infermieristico». Attualmente, all'ospedale del Mare lavorano circa 50 medici. In primavera, quando apriranno il pronto soccorso e le altre strutture, il personale medico salirà a 900 unità.  Saranno assunti, attraverso concorsi avvisi di mobilità e avvisi pubblici, medici, infermieri, tecnici di radiologia e di laboratorio, personale sociosanitario, farmacisti, radiologi, ingegneri clinici e specialisti in fisica medica.

L'apertura dell'ospedale del Mare, foto Massimo Pica (Regione Campania)

Un asilo nido e la fermata della Circumvesuviana

«Ci auguriamo - aggiunge De Luca - di offrire ai nostri concittadini una struttura di eccellenza nazionale: questa è la missione che ha l'Ospedale del Mare insieme al Cardarelli. Infine - per rendere ancora più efficiente la struttura - pensiamo di realizzare un asilo nido a disposizione delle tante donne che lavoreranno qui e dell'intero quartiere, ed inoltre una fermata della Circumvesuviana di fronte all'ospedale». «Questa è la dimostrazione che gli obiettivi che ci siamo dati sono raggiungibili, obiettivi - conclude - a cui i direttori generali saranno chiamati a risponde sulla loro pelle. Ora o mai più.»

© Riproduzione riservata