Sabato 23 settembre 2017 00:32

Presa la banda dei “rapinatori sfortunati” di Tir, attiva nella provincia di Napoli




  E' finita l'epopea di una banda di rapinatori poco fortunati di Tir attiva in provincia di Napoli. I carabinieri di Nola hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere - emessa dal Gip del Tribunale di Napoli Nord - nei confronti di 4 indagati tra i 33 e i 53 anni, ritenuti responsabili di concorso in rapina e sequestro di persona ai danni di un autotrasportatore commessa il 9 novembre ad Arpino di Casoria. La banda è stata incastrata proprio in occasione di una rapina rivelatasi un buco nell'acqua. I rapinatori assaltano il Tir, minacciano il conducente con delle pistole, lo caricano in auto e lo fanno scendere dopo un'ora, nellle campagne di Acerra. Tempo di controllare cosa hanno rubato e scoprono che la refurtiva non è delle più allettanti: il mezzo trasporta 8364 grattugie elettriche multifunzione. Non proprio il massimo. È verosimile che la banda abbia colpito quel tir poiché “informata” circa il fatto che trasportasse “piccoli elettrodomestici” (come indicato sulla bolla di trasporto), probabilmente, però non si aspettavano si trattasse di grattugie. Oltre al danno, la beffa. I guai, per i rapinatori, sono appena cominciati. Uno di loro si pone alla guida del tir e - nell’effettuare una svolta - rimane letteralmente incastrato con e soltanto il successivo intervento di uno dei complici, sicuramente più avvezzo alla guida del mezzo pesante, consente di riprendere la marcia. Il tutto, però, viene filmato da una telecamera di videosorveglianza installata in prossimità del luogo. Le scarse capacità di guida del rapinatore, tra l'altro, lasciano un segno indelebile anche alla comunità Savianese, che da quel giorno si ritrova con il caratteristico “cannoncino”, posto all’ingresso della città del Carnevale, irrimediabilmente danneggiato. La banda di rapinatori, che aveva istituito il proprio covo presso un bar di Marigliano, gestito da uno dei componenti, si è resa protagonista anche di altri episodi. I carabinieri del Nucleo radiomobile di Nola hanno indagato anche su un'altra rapina dello scorso 7 settembre a Palma Campania, eseguendo 3 ordinanze di custodie cautelari in carcere, una delle quali disposta proprio nei confronti di uno dei 4 arrestati. Anche in quella circostanza, le cose per la banda vanno piuttosto male. Sbagliano obiettivo e anziché assalire un carico di tonno surgelato, rapinano un tir che trasporta crocchette per cani, refurtiva decisamente meno appetibile. Ma lo sbaglio è il male minore visto che si vanno a piazzare, con il tir asportato, proprio sotto l’obiettivo di una telecamera di sorveglianza. Sono al vaglio degli investigatori altri colpi analoghi verificatisi, con modus operandi pressoché identici (assalto a tir porta-container), nell’area napoletana: chissà se anche in queste rapine non vi sia lo zampino di qualcuno della “banda” di rapinatori più sfortunata della Campania. © Riproduzione riservata