Napoli. Rubano un cellulare a Porta Nolana, arrestati due giovani

15 marzo 2017

NAPOLI - Due giovani di etnia rom sono stati arrestati ieri mattina in zona Porta Nolana dagli agenti della sezione “Volanti” del commissariato di polizia “Vicaria-Mercato”. Durante un servizio di controllo del territorio, i poliziotti hanno notato i due giovani che, con atteggiamento losco, discutevano con un cittadino extracomunitario al quale mostravano un telefono cellulare. Insospettiti dalla scena, gli agenti hanno fermato i due, mentre l'uomo con cui erano intenti a parlare è riuscito a dileguarsi.

I due fermati, di 17 e 20 anni, a seguito delle insistenti domande dei poliziotti, circa il possesso di un telefono cellulare Alcatel, hanno ammesso di averlo rapinato, poco prima ad un giovane, per poi tentare di rivenderlo al ricettatore extracomunitario. Le successive indagini hanno consentito di identificare e rintracciare il ricettatore e, da una perquisizione presso la sua abitazione, hanno rinvenuto e sequestrato 3 scatole contenenti telefoni cellulari di ultima generazione.

La vittima della rapina, uno studente 20enne di Formia, visibilmente scosso per l’accaduto, si è recato al commissariato, per sporgere denuncia. Con enorme stupore, ha notato entrare gli agenti che accompagnavano la coppia di rapinatori che lo aveva aggredito. I due, provenienti dal campo rom in via Circumvallazione Esterna, sono stati arrestati, in quanto responsabili, in concorso tra loro, del reato di rapina aggravata. Il 17enne è stato condotto al Centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei ed il 20enne, alla casa circondariale di Poggioreale. Gli agenti hanno riconsegnato alla vittima il telefonino.

© Riproduzione riservata