Martedi 12 dicembre 2017 12:50

Chiedeva il pizzo a imprenditori agricoli, arrestato affiliato dei casalesi




CASERTA - La squadra mobile di polizia di Caserta, su ordine della Direzione distrettuale antimafia di Napoli, ha fermato un affiliato al clan Zagaria, ritenuto uomo di fiducia del boss Michele Zagaria. L'uomo, un 56enne, è indiziato del reato di estorsione aggravata dal metodo mafioso. Per gli inquirenti avrebbe chiesto e ottenuto da alcuni imprenditori agricoli della zona di Cancello e Arnone, in provincia di Caserta, tra maggio e luglio 2015, somme di 250 euro per garantire il servizio di "guardiania" alle loro aziende attraverso una metodologia tipicamente mafiosa: avrebbe ammonito le vittime della mancanza di soldi per le famiglie dei carcerati spiegando che, pur essendo stato scarcerato da poco, era nuovamente in zona e, in caso di furti o danneggiamenti ai mezzi agricoli, si sarebbero dovuti rivolgere a lui. Il 56enne era stato arrestato nel dicembre 2011 unitamente ad altri esponenti di spicco del gruppo Zagaria ed era stato scarcerato a marzo scorso. © Riproduzione riservata