Mercoledi 20 settembre 2017 04:09

Scampia, intitolata la sala dello sportello anticamorra a Siani. Pisani «Dimostrazione di voglia di legalità»




NAPOLI - Emozionante cerimonia di intitolazione della sala d’ingresso dell’ottava municipalità a Gianfranco Siani, giornalista ucciso dalla camorra trent’anni fa. Alla cerimonia ha preso parte la cittadinanza intera con la presenza di associazioni e scolaresche entusiaste in un giorno così importante. Tra le istituzioni, presenti oltre ad  Angelo Pisani, presidente della municipalità, anche l’ex Procuratore Capo Giandomenico Lepore, Padre Aniello Manganiello, il direttore del Mattino Alessandro Barbano , il magistrato della Dda Francesco Soviero e rappresentanti del mondo politico, civile e militare. All’interno della sala Giancarlo Siani, c’è sempre lo sportello anticamorra Antonio Landieri, che sarà presieduto e gestito dall’associazione "Ultimi" di Don Aniello Manganiello, dall’Osservatorio anticamorra Scampia di Lepore e dai ragazzi de "I Boss della Comunicazione", guidati da Luigi Concilio. «Oggi ancora una volta Scampia ha dato dimostrazione di correttezza e soprattutto di voglia di legalità – ha dichiarato Angelo Pisani – La presenza dei cittadini e delle scolaresche ha dimostrato quanto il quartiere ha voglia di gridare al mondo intero il proprio diritto di riscatto e di impegno contro la criminalità. Avere uno sportello anticamorra dedicato e presieduto da uomini seri, sinceri, onesti e con grandi valori, per noi è una grande vittoria – prosegue - e lo scopo di questa nuova gestione sarà, oltre a raccogliere le denunce, quello di allontanare i giovani dalla tentazione della criminalità organizzata». Grande conquista quindi per Scampia e l’intera ottava municipalità, che oggi ha messo un altro mattone a quella che si prefiggere di essere un'opera di legalità. © Riproduzione riservata