Giovedi 19 luglio 2018 09:50

Agguato ai Quartieri Spagnoli, accusato di omicidio un ragazzo di 17 anni


NAPOLI - Nonostante la sua giovane età, 17 anni, aveva deciso di far valere le proprie ragioni in materia criminale facendo fuoco su due sue rivali: uccidendo un uomo di 29 anni, appartenente ad gruppo camorristico Mazzanti, e ferendo una seconda persona, il suo fidato guardaspalle, un primo pomeriggio del 3 maggio 2015 in vico Lungo san Matteo, ai Quartieri Spagnoli di Napoli nella zona detta "Chianche".

Con l'accusa di omicidio, tentato omicidio, porto e detenzione illegale di armi, reati aggravati dal metodo mafioso, la polizia di Napoli ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in un istituto penitenziario minorile nei confronti del 17enne.

Le indagini della squadra mobile, coordinate dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Napoli, hanno consentito di far luce su quanto accadde quel giorno in cui fu consumato l'omicidio e il ferimento di un altro uomo.

© Riproduzione riservata