Giovedi 21 settembre 2017 10:40

Pranzo di Natale per i poveri, “salvato” quello tradizionale nella Galleria Principe di Napoli

15 dicembre 2016



NAPOLI - Due sono i pranzi di Natale per i poveri organizzati quest'anno. Da un lato il tradizionale scenario della Galleria Principe di Napoli, "salvato" grazie al contributo di tanti imprenditori e cittadini, dall'altro la novità del Duomo di Napoli.

Salvo il pranzo tradizionale nella Galleria Principe di Napoli

Il pranzo nella Galleria Principe di Napoli, nei pressi del Museo archeologico nazionale, è rimasto in bilico fino a poco fa a causa della mancanza dei fondi, sopperita immediatamente dai contributi di cittadini ed imprenditori che hanno ampiamente superato il costo complessivo del pranzo, che si terrà come ogni anno la mattina del 24 dicembre. Ad avviare la raccolta fondi il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli, conduttore del programma radiofonico "La Radiazza".

Il pranzo nel Duomo di Napoli

Mentre il 28 dicembre un nuovo pranzo per i poveri si terrà nella location d'eccezione del Duomo di Napoli, vista l'indisponibilità del salone di rappresentanza dell'Episcopio, sottoposto a lavori strutturali. La Cattedrale ospiterà al suo interno 600 persone che godranno di un pranzo diverso da quello tradizionale: le pietanze saranno preparate e servite al momento. Ci sarà, infatti, il pizzaiolo Vincenzo Staiano, della pizzeria Zì Aniello di Gragnano, che ha già realizzato analoghe iniziative di beneficenza in piazza San Pietro, nella Sala Paolo VI, in Vaticano, che cucinerà vari tipi di pizza e di panuozzo.

Per la prima volta anche il Rotary Club ha organizzato il pranzo di Natale

Ma non solo, per la prima volta anche il Rotary Club Napoli, in collaborazione con Unitalsi, ha organizzato un pranzo di Natale che si terrà sabato 17 dicembre alle ore 12:00 nella chiesa di San Rocco a Chiaia. I soci di uno dei più antichi club d'Italia e gli operatori dell'organizzazione che si occupano del trasporto dei malati a Lourdes serviranno un pranzo a 100 convitati, tra senzatetto, poveri e immigrati. Nel corso del pranzo i commensali saranno omaggiati dal coro delle voci bianche di San Rocco, composto da 20 bambini di età tra i 6 e i 10 anni. All'appuntamento saranno presenti il presidente del Rotary Club Napoli, Attilio Leonardo, il governatore del distretto Rotary 2100, Gaetano De Donato, la presidente di Unitalsi Campania, Federica Postiglione, e la presidente della Fondazione Pietà dè Turchini, Maria Federica Castaldo.

© Riproduzione riservata