Martedi 12 dicembre 2017 20:46

Procurò nascondiglio al boss del clan Vanella-Grassi: arrestato 25enne

16 marzo 2017



NAPOLI - E' accusato di favoreggiamento personale con l'aggravante delle finalità mafiose il 25enne di Sant'Antimo finito agli arresti domiciliari per aver contribuito, secondo gli inquirenti, alla latitanza del boss 24enne Umberto Accurso, considerato il reggente del clan camorristico Vannella-Grassi attivo nell'area nord di Napoli.

L'uomo avrebbe procurato al giovane boss di Secondigliano un nascondiglio di tutto rispetto, un appartamento a Qualiano dotato di porta blindata e televisore a schermo piatto. Accurso, inserito nell'elenco dei 100 latitanti più pericolosi in Italia, fu arrestato l'11 marzo scorso dai carabinieri del Comando provinciale di Napoli, che per raggiungerlo dovettero sradicare la borta blindata dai cardini delle murature.

© Riproduzione riservata