Venerdi 18 agosto 2017 20:24

Crollo palazzina a Tenerife: tra i feriti un ragazzo napoletano di 28 anni




TENERIFE (SPAGNA) - Un'italiana dispersa e uno ferito in modo lieve è il bilancio fornito dalla Farnesina a seguito del crollo di un palazzina di quattro piani avvenuto giovedì mattina, 14 aprile 2016, nello stabilimento balneare Amalia Alayón in località Los Cristianos, antico porto di pescatori divenuto uno dei luoghi turistici più popolari sull'isola di Tenerife, ad Arona, in Spagna. Cinque sono in totale i dispersi, tra questi una donna italiana di 77 anni i cui familiari sono a Tenerife assistiti dall'ambasciata italiana e dal console onorario. Fino a poche ora fa i dispersi italiani erano due, ma nella notte il 54enne torinese, è stato ritrovato vivo sotto le macerie. Quanto all'altro connazionale ferito si tratta di un napoletano di 28 anni e residente a Tenerife. Ha un braccio rotto ed è ricoverato in ospedale. Le sue condizioni non sono gravi. Nel crollo sono morte due donne, la cui età non è ancora stata determinata. Come riferiscono le autorità la prima donna è stata recuperata nel tardo pomeriggio di giovedì, mentre l'altra vittima è stata localizzata alle 05:15 del mattino ora locale di venerdì. Le due salme si trovano all'istituto di medicina locale e non sono state ancora identificate. La municipalità di Arona ha proclamato tre giorni di lutto cittadino. La palazzina aveva circa 30 anni ed è «parzialmente collassata alle 09:30 ora locale di giovedì», come precisa il comunicato della municipalità di Arona, che non azzarda alcuna ipotesi sulle cause del cedimento. Testimoni hanno riferito di una esplosione prima del crollo. Forse causata da una fuga di gas. © Riproduzione riservata