Domenica 22 ottobre 2017 08:33

Salerno: sequestri, minacce e percosse per entrare nel giro della movida. Due arresti




SALERNO - Avevano messo su una vera e propria operazione d'intimidazione ai danni di gestori e organizzatori degli eventi di due fra le più note discoteche del Salernitano. Purtroppo, però, gli è andata male e B.A., 45 anni, di Pontecagnano Faiano, e C.C., 39 anni, di Battipaglia, sono stati raggiunti questa mattina dalle forze dell'ordine, e dovranno rispondere dell'accusa di tentata estorsione aggravata da sequestro di persona. C.C. era incensurato, ma B.A. risultava già indagato assieme ad un altro uomo, suo coetaneo, di Salerno, per illecita concorrenza. Non si tratta di casi separati, l'obiettivo del duo era quello di inserirsi nella movida salernitana e stracciare l'intera concorrenza, a qualsiasi costo. Infatti i primi episodi risalgono alla fine dello scorso anno. Era il 30 dicembre 2015 quando il gruppetto sequestrò alcuni Pr di un noto locale di Salerno, li caricarono a forza in auto e li trasportarono fino al sottolivello di piazza della Concordia, dove furono violentemente pestati. È da qui che hanno preso le mosse le indagini dei Carabinieri del nucleo operativo di Salerno, che si sono concluse questa mattina con il trasporto nel carcere di Fuorni per B.A. e con la traduzioni agli arresti domiciliari presso la propria abitazione per C.C..