Lunedi 25 settembre 2017 13:38

Rapina alla Credem a Poggioreale, dipendenti tenuti in ostaggio per trenta minuti dalla banda del buco




NAPOLI - Attimi di paura per i dipendenti dell'agenzia numero 5 della Credem (Credito Emiliano), in via Poggioreale, angolo piazza Nazionale dove cinque banditi hanno fatto irruzione, armati e con il volto coperto, dopo aver disarmato la guardia giurata. Per trenta minuti, i rapinatori hanno tenuto prigionieri i dipendenti in attesa che scattasse la serratura della cassaforte. Un'azione estremamente precisa, studiata e ben analizzata. Nessuna violenza fisica: soltanto voce grossa e pressing psicologico sui dipendenti presenti in filiale alle prese con le operazioni contabili di fine giornata. Il loro obiettivo era la cassaforte, che era già chiusa. Per aprila, come accade in tutte le banche, è necessario attivare una procedura che prevede lo scorrere di lunghi e ed interminabili trenta minuti nel corso dei quali i bancari sono rimasti "ostaggio" sotto la minaccia delle armi. Un incubo che finisce quando, una volta scattata la serratura, i rapinatori hanno raccolto i 240mila euro custoditi nella caveau e si sono dati alla fuga. Solo allora è stato dato l'allarme. Va detto che la rapina risale a lunedì scorso e solo oggi fonti ufficiali hanno divulgato la notizia dopo che è trapelata da canali non ufficiali. © Riproduzione riservata