Sabato 18 novembre 2017 16:57

Napoli, nascondeva cinque cani con coda e orecchie mozzate sul terrazzo condominiale: denunciato 20enne

17 gennaio 2017



NAPOLI - Furto di energia elettrica e maltrattamento di animali domestici. Sono queste le ipotesi di reato formulate dagli agenti dell'ufficio Prevenzione generale della polizia nei confronti di un ragazzo napoletano di 20 anni, già noto alle forze dell'ordine per precedenti penali. Il deferimento del giovane all'Autorità Giudiziaria si è reso necessario al termine di una perquisizione domiciliare decisa nel corso di un'indagine parallela in cui era emerso che il 20enne avesse installato nello stabile di via Pecchia in cui abitava un sistema di videosorveglianza di tutto rispetto, composto da 4 telecamere puntate sui due ingressi dell'edificio senza alcuna indicazione volta a segnalarne la presenza, contrariamente a quanto previsto dalla legge sulla privacy.

Insospettiti dal marchingegno messo a punto dal 20enne, i militari hanno deciso di effettuare una perquisizione nella sua abitazione. Quì hanno scoperto una vera e propria cabina di regia, con tanto di manomissione del contatore dell'energia elettrica e allaccio abusivo alla rete. Il giovane si era inoltre impossessato del terrazzo condominiale, dove sono stati ritrovati cinque cani in completo stato di libertà che di fatto impedivano agli altri condomini l'accesso al terrazzo comune: allertati dagli uomini della polizia, i tecnici dell'Enpa e del servizio veterinario dell'Asl hanno disposto il trasporto immediato dei cinque molossi presso gli uffici veterinari dell'Asl competente. Da quì l'accusa di maltrattamento di animali e più nello specifico di violazione della normativa che vieta il taglio di coda ed orecchie agli animali domestici.

© Riproduzione riservata