Sabato 23 settembre 2017 00:33

Bruciata viva dall’ex compagno a Pozzuoli, torna a respirare autonomamente




NAPOLI - Nonostante lo stretto riserbo che i familiari hanno chiesto ai medici, da indiscrezioni è trapelato che le condizioni di Carla, la donna incinta alla 34esima settimana bruciata viva dall'ex compagno due settimane fa a Pozzuoli in via Vecchia delle Vigne, ha iniziato a respirare autonomamente. Un piccolo ma importantissimo passo in avanti che apre la strada ad un cauto ottimismo anche se le sue condizioni restano molto gravi. Quanto alla figlia nata prematura, è ora in terapia intensiva neonatale, ma sta bene tanto che per lei presto arriverà l'affido ai nonni materni nell'attesa che quanto prima la madre la possa raggiungere e tornare a casa. Questa triste vicenda d'altro canto ha accelerato il processo di costituzione in Campania di punti rosa per le vittime di violenza di genere nei pronto soccorso. A tal proposito prossimo nell’aula presidenziale della Sun, in via Costantinopoli, si terrà l’inaugurazione del primo corso nazionale sul tema "Violenza di genere e percorso rosa in pronto soccorso", fortemente voluto dal coordinamento regionale dei centri anti violenza e dalla Sun. © Riproduzione riservata