Venerdi 18 agosto 2017 16:34

Villa Floridiana. Accordo Comune di Napoli-Polo Museale: stop al degrado




NAPOLI - Un accordo per valorizzare il Parco della Floridiana è stato siglato questa mattina a Palazzo San Giacomo dal sindaco Luigi de Magistris e dal direttore del Polo Museale Maria Utili, alla presenza del vice sindaco, con delega all'ambiente, Raffaele Del Giudice. Il parco, negli ultimi anni, è rimasto chiuso per lunghi periodi a causa di annosi e irrisolti problemi strutturali. L'accordo di quest'oggi va proprio in tale direzione: come si legge nel testo «la stipula del nuovo accordo riveste carattere di urgenza e improcrastinabilità, in considerazione della necessità di programmare ed eseguire quegli interventi di messa in sicurezza delle alberature e della pulizia del sottobosco e monitoraggio costante di tutte le essenze arboree, al fine di garantire la pubblica incolumità». COMPITI DIVISI - I due enti, Comune di Napoli e Polo museale, in pratica, si divideranno i compiti.  Il Polo si impegna a garantire la vigilanza e la tutela del museo “Duca di Martina” oltre alla manutenzione ordinaria e, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, eventuali interventi straordinari, di tutte le aree prospicienti le emergenze monumentali e architettoniche. Il Comune di Napoli, dal suo canto, si impegna a garantire la sorveglianza del Parco, con personale comunale, coordinato dalla Polizia Municipale Ambientale, che garantirà anche il presidio diurno dei corpi di guardia agli ingressi di via Cimarosa e di via Aniello Falcone fino ad un’ora prima del tramonto; la manutenzione straordinaria e ordinaria delle alberature di medio, grande e grandissimo fusto e del verde orizzontale dell'intero parco, attraverso la “Napoli Servizi". e la pulizia ordinaria e straordinaria, dalla ramazzatura dei viali, alla pulizia dei prati e del sottobosco, allo svuotamento dei cestini a raccolta differenziata e al relativo insaccamento e smaltimento dei rifiuti. EVENTI E MANIFESTAZIONI - Il Parco della Floridiana, in base all'art. 4 dell'accordo, ospiterà «attività di promozione e realizzazione di attività di valorizzazione», che serviranno a «potenziare l’offerta al pubblico e il reperimento di risorse da reinvestire in opere di manutenzione ordinaria e straordinaria del parco e di implemento degli arredi e della segnaletica». Tali eventi dovranno celebrarsi «nel rispetto del decoro degli spazi monumentali, in conformità con la normativa vigente in materia di concessione in uso di spazi demaniali e delle prescrizioni relative alla sicurezza». A parziale ristoro dell'impegno assunto dal Comune di Napoli, la Villa Floridiana sarà nella disponibilità gratuita del Comune, fatti salvi gli oneri assicurativi, di sicurezza e di guardiania del casiere, in orario serale, per giorni 15 anche non consecutivi, durante il periodo estivo di ogni anno, per la realizzazione di eventi e manifestazioni, anche al fine di reperire le risorse necessarie alla manutenzione ordinaria e straordinaria del parco. © Riproduzione riservata