Domenica 24 giugno 2018 14:32

Quattro donne hanno violato il trono di Palazzo Reale per una foto
La foto è apparsa sui social, scatenando una feroce polemica. Ora le quattro rischiano una denuncia

17 maggio 2018

NAPOLI - La voglia di farsi una foto da pubblicare sui social. Magari per fare incetta di like e complimenti. Oppure il semplice brivido di sentirsi regine. Chissà cosa ha spinto quattro donne a sedersi su un trono di Palazzo Reale. Il fatto è avvenuto lo scorso 10 maggio durante una festa della kermesse Wine and The City, attualmente in corso a Napoli. In barba al cordoncino di protezione le quattro si sono appropinquate sul trono, risalente al 1840, dopo aver superato con i tacchi un tappeto di valore storico. La bravata, che avrebbe potuto arrecare danni ai due elementi, sarebbe rimasta segreta se le protagoniste non avessero deciso di pubblicare lo scatto sui social. La foto è finita nelle mani del consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che si è arrabbiato non poco, denunciando il fatto su Facebook.

«Atto di insulsaggine»

Il gesto è stato condannato dall'organizzatrice della rassegna Wine and The City, Donatella Bernabò Silorata. «Questo comportamento non è soltanto deprecabile ma è un reato penale severamente punito dalla Legge italiana e da condannare senza alcun dubbio - ha scritto in un post su Facebook -. Come organizzatrice di Wine&Thecity voglio precisare anche che: per l’utilizzo dell’Ambulacro e per l’apertura straordinaria del Museo dell’Appartamento Storico abbiamo pagato 8.934 euro incluso lo straordinario per i custodi addetti alla vigilanza e rispettato tutti i dettami richiesti.  Alla serata hanno partecipato 282 persone tra cui il Sindaco di Napoli. I partecipanti non erano ospiti su invito, ma persone paganti un biglietto di ingresso il cui incasso è stato in parte devoluto ad un progetto sociale: il Ronin Club di Karen Torre». Poi aggiunge: «Non posso dunque che condannare senza alcuna attenuante il pernicioso comportamento delle signore che getta discredito sull’organizzazione di Wine&Thecity da sempre attenta a valorizzare il nostro patrimonio». «I novemila euro che Wine&Thecity ha versato alla Sovrintendenza e ai dipendenti di Palazzo Reale per la vigilanza durante la serata della manifestazione ci consente solo di prendere atto dell'insulsaggine delle signore protagoniste dell' irresponsabile comportamento e delle stupide foto che creano solo un danno alla città di Napoli».

Ora rischiano una denuncia

Il fattaccio ha scatenato anche una polemica sull'opportunità di fittare un monumento del valore di Palazzo Reale per eventi privati. Il direttore di Palazzo Reale, Antonella Cucciniello, ha smorzato i toni in un'intervista a La Radiazza. Se da un lato ha confermato che il trono e il tappeto non hanno subito danni, dall'altro ha rivelato che sono in corso le valutazioni circa l'opportunità di denunciare le quattro. Resta poi da capire come sia potuto succedere che quattro donne possano superare un cordone di protezione, sedersi su un trono, farsi scattare una foto senza che nessuno intervenga. Secondo Il Mattino il personale del museo ha sollecitato un'indagine interna, in modo da dimostrare l'incolpevolezza della sorveglianza. Secondo quanto riferisce l'articolo in occasione della festa ci sarebbe stato un vigilante per ogni tre ambienti. Un po' poco per una struttura che ospita opere di valore inestimabile.

© Riproduzione riservata