Domenica 20 agosto 2017 21:16

Riforma dei cimiteri a Napoli, prezzi calmierati e ripristino del trasporto pubblico




NAPOLI - Approvata a maggioranza in Consiglio comunale la rifoma dei cimiteri di Napoli. Il provvedimento, secondo l'assessore Fucito, riporta l'amministrazione comunale al centro della gestione delle strutture cimiteriali cittadine. L'assessore, in una nota, ha evidenziato come il documento approvato dal Consiglio si innesti in un alveo di riorganizzazione dell'intero sistema all'interno del quale si inseriscono il bando per il ripristino del trasporto pubblico comunale a prezzi calmierati; la nuova gara in concessione di gestione della illuminazione ambientale e votiva nei cimiteri cittadini; le nuove procedure autorizzative per le imprese funebri a seguito dell'approvazione della Legge regionale n. 7/2013 nonché quelle di semplificazione amministrativa per l'esecuzione di lavori di manutenzione ordinaria dei manufatti funerari privati nei Cimiteri Cittadini. La delibera approvata fornisce nuovi indirizzi in materia di gestione dei servizi mortuari, modificando conseguentemente il regolamento di polizia mortuaria e dei servizi funebri e cimiteriali del febbraio 2006. Sulla base del nuovo provvedimento, l'Amministrazione, tramite, si legge nella nota, «l'indizione di apposita gara, individuerà ditte specializzate che agiranno in nome e per conto del Comune di Napoli, fornendo, in un momento di particolare difficoltà dei cittadini, servizi di inumazione, tumulazione, esumazione ed estumulazione da effettuare in tutte le aree e strutture che siano esse gestite dal Comune o da soggetti privati (Arciconfraternite, Associazioni ed Enti), con un elevato standard di qualità, a prezzi calmierati imposti dall'amministrazione, confermando che, come previsto dal regolamento, le operazioni di inumazioni per indigenti continueranno ad essere un servizio gratuito del Comune». La richiesta di tali servizi ed il relativo pagamento del corrispettivo saranno effettuati, inoltre, esclusivamente negli uffici comunali o con modalità che saranno definite dall'Amministrazione. © Riproduzione riservata