Venerdi 22 settembre 2017 01:11

Camorra e controllo del mercato ortofrutticolo, un arresto nel casertano




SAN MARCELLINO (CE) - Si ripartivano il controllo del trasporto di prodotti ortofrutticoli nell'Italia centro-meriodionale tra sodalizi mafiosi campani, calabresi e siciliani e l'egemonia del controllo del clan dei Casalesi sul mercato ortofrutticolo di Fondi, in provincia di Latina. E' quanto emerso da un'indagine condotta dal centro Dia di Roma e dalla squadra mobile della Questura di Caserta, le cui risultanze investigative consentirono al Tribunale di Napoli, su richiesta locale Dda, di emettere ordinanze applicative di misure cautelari nei confronti 68 persone ed il sequestro di beni mobili ed immobili per complessivi 90 milioni di euro, eseguiti il 10 maggio del 2010. A distanza di sei anni i carabinieri del comando della stazione di San Marcellino, in provincia di Caserta, hanno arrestato un uomo di 38 anni, per i reati di associazione di tipo mafioso, illecita concorrenza con minaccia e violenza e ricettazione, commessi in data prossima ed antecedente al 10 maggio 2010. L'ordinanza di custodia, emessa dalla Corte di Appello, ufficio esecuzione di Napoli, prevede la pena residua della reclusione di anni 5 e 3 mesi. L'arrestato è stato condotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere. © Riproduzione riservata