Sabato 18 novembre 2017 09:33

Paura a Bagnoli, pistola alla tempia per estorcere più denaro. Arrestato

17 agosto 2017



NAPOLI - Nonostante la sua vittima gli avesse restituito più del denaro prestato ha continuato ad estorcegli soldi e, per incassare quanto non dovuto, gli ha persino puntato la pistola alla tempia davanti ai figli minorenni. E' quanto accaduto ieri a Napoli, nel quartiere Bagnoli, dove un 48enne già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato dai carabinieri. L'uomo era agli arresti domiciliari per rapina aggravata e ricettazione e ora dovrà rispondere di evasione, ricettazione, estorsione, porto abusivo d'armi e possesso di documenti falsi.

Da quanto accertato, nella tarda serata di ieri si è presentata alla Stazione dell'Arma del quartiere una donna che aveva per mano i due figlioletti. Impaurita ha chiesto aiuto al piantone spiegando che, a circa 150 metri, era in corso una estorsione ai danni del marito da parte di un uomo armato di pistola. Il racconto è stato ascoltato anche da altri militari richiamati dalle urla e dal pianto della donna. Raccolte le informazioni necessarie i carabinieri si sono recati sul posto dove hanno trovato la vittima impietrita di fronte all'estorsore con una mano nella tracolla della borsa. Perquisito il 48enne è stato trovato in possesso di una semiautomatica carica e con matricola abrasa. A bordo dell’auto dell'uomo evaso dai domiciliari c'erano dei foglietti con appuntate le cifre estorte negli anni.

Il 48enne ha provato anche a esibire documenti falsi, ma inutilmente. Una volta in caserma, la vittima ha denunciato l'incubo in cui era finita, spiegando di aver chiesto all'uomo, più di tre anni fa, un prestito di 1.500 euro che era riuscito a restituirgli in pochi mesi. Tuttavia il 48enne aveva capito che, facendo leva sulla sua paura, avrebbe estorto più denaro riuscendo a recuperare negli ultimi anni più di 25mila euro.

© Riproduzione riservata