Giovane americana assassinata, indaga l’N.C.I.S.




GIUGLIANO IN CAMPANIA - E' da poco passata mezzanotte quando il corpo senza vita della giovane 27enne americana viene ritrovato dal marito, di stanza alla base Nato, nella loro villetta vicino al mare di Licola. Accanto al corpo è stata ritrovata l'arma del delitto, una Beretta non in dotazione ai militari americani in Italia, ed un biglietto scritto a mano forse dalla vittima stessa.  Le primissime indagini si  concentrano sul marito che al momento è stato trattenuto per essere sottoposto all'esame dello stube. Ieri sera, intorno alle 19,30 la coppia si trova all'interno della villetta non lontana dal mare. Tra i due - a quanto pare, e secondo una prima versione fornita dallo stesso militare - scoppia improvvisamente un litigio per motivi banali. Poco dopo l'uomo esce di casa. Vi farà rientro solo intorno a mezzanotte quando - sostiene sempre il giovane statunitense - trova il cadavere della moglie in camera da letto. L'alibi che l'uomo ha fornito alla polizia ed agli agenti dell'N.C.I.S. sta negli sms che avrebbe mandato alla moglie nelle ore seguenti al litigio e che lo collocherebbero lontano dalla scena del delitto. Il tutto è al vaglio degli inquirenti che al momento non escludono l'ipotesi del suicidio. © Riproduzione riservata