Camorra, otto arresti a Torre Annunziata per estorsione e omicidio

18 gennaio 2017



TORRE ANNUNZIATA (NA) - Operazione stamane all'alba dei carabinieri del nucleo investigativo di Torre Annunziata, in provincia di Napoli, che hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di otto persone.

Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, tentato omicidio, associazione finalizzata al traffico illecito di stupefacenti, estorsione e detenzione e porto illecito di armi, tutti aggravati dal metodo e dalle finalità mafiose.

Ma non solo, i carabinieri nel corso delle in dagini hanno ricostruito, tra l'altro, la dinamica del tentato omicidio avvenuto a Torre Annunziata il 10 febbraio 2015 di un narcotrafficante che si era ribellato al pagamento del "regalo di Natale per i carcerati". L'indagine ha consentito di documentare il giro delle estorsioni agli imprenditori locali, la gestione delle piazze di spaccio con imposizione del versamento di una quota dei profitti nelle casse del clan, nonché la disponibilità e l'uso spregiudicato di armi nei confronti delle consorterie avverse.

© Riproduzione riservata