Lunedi 23 ottobre 2017 02:49

Napoli. Scuole fatiscenti, aule inagibili e senza riscaldamento: scoppia la protesta degli studenti

18 gennaio 2017



NAPOLI – Strutture fatiscenti, infiltrazioni d’acqua nelle pareti ed impianti di riscaldamento spenti. Condizioni insostenibili per gli studenti degli istituti superiori “Elena di Savoia”, “Diaz” e “Boccioni-Palizzi”, che questa mattina hanno sfilato in corteo sotto la sede della Città Metropolitana di piazza Matteotti per protestare contro lo stato di degrado in cui versano i due plessi del centro storico e la struttura scolastica di Fuorigrotta, quest’ultima ancora senza riscaldamento nonostante l’ondata di freddo delle ultime settimane e un orario scolastico prolungato fino alle 15:00.

«In molti edifici scolastici – spiegano gli studenti - ci sono gravi infiltrazioni d’acqua che, a causa delle recenti piogge, hanno reso inagibili aule e altri ambienti degli istituti la manutenzione spesso è scadente e anche le palestre sono inadeguate». I disagi avvertiti da alunni e docenti sono già stati fatti presenti dai rispettivi dirigenti scolastici alle autorità competenti, ma le risposte tardano ad arrivare: una delegazione di studenti ha quindi deciso di recarsi personalmente sotto la sede della Città Metropolitana nella speranza di essere ricevuta dai tecnici responsabili dell’edilizia scolastica e presentare loro una nota congiunta che mette in luce le condizioni «miserabili» dei tre comprensori,
dove predominano «piani inagibili, pareti umide per le infiltrazioni d'acqua e termosifoni spenti», alla faccia della “buona scuola”.

© Riproduzione riservata