Mercoledi 20 settembre 2017 11:16

Lusciano, arrestato latitante. Era il cognato del boss dei Polverino




LUSCIANO (CS) - Arrestato il cognato del capoclan dei Polverino. L'uomo, 51 anni, è stato trovato in una casa abbandonata appartenente ai suoi familiari. Un tugurio, alla cui difesa c'erano solo delle telecamere di videosorveglianza, nel quale non aveva nascoste né armi, né ingenti somme di denaro, l'ultimo baluardo di un criminale verso il quale il 6 giugno 2013 fu emanato un mandato di cattura internazionale. A. B., all'arrivo dei carabinieri si è subito arreso. Prendendo atto del fatto che non aveva vie di fuga, si è lasciato ammanettare. Era stanco e poco curato, non aveva altro che i suoi documenti e un 'pizzino' in fase di stesura, indirizzato alle sorelle, nel quale spiegava dettagliatamente il modo di raggiungerlo e particolari cui prestare attenzione per scongiurare un pedinamento da parte delle forze dell'ordine. Stando a quanto rinvenuto dalle forze dell'ordine, l'uomo negli ultimi giorni soffriva la fame e chiedeva alle sorelle piatti particolarmente ricercati. ©Riproduzione riservata