Domenica 20 agosto 2017 02:30

Quarto, il marito del sindaco presenta ricorso contro l’abbattimento del tetto abusivo della casa




QUARTO - Un nuovo grattacapo per il primo cittadino di Quarto, Rosa Capuozzo, balzata agli onori della cronaca politica durante l'inchiesta sul presunto voto di scambio e la tentata estorsione aggravata ai suoi danni da parte del consigliere Giovanni De Robbio, ex M5S. Una vicenda che le costò l'espulsione dal movimento pentastellato con l'accusa di mancata denuncia. Questa volta la rottura si è consumata all'interno delle mura domestiche, in seguito alla decisione del marito del primo cittadino di affidare ai propri legali l'incarico di presentare ricorso al Tar contro la decisione del Comune di rigettare la richiesta di condono per il tetto dell'abitazione di famiglia e di disporre la demolizione dell'opera, ritenuta abusiva. Una vicenda sulla quale il sindaco Capuozzo ha mantenuto il massimo riserbo, attirando a sè non poche critiche: al centro delle polemiche la sua defezione in occasione della riunione della giunta in cui si è deciso di affidare al legale che difende abitualmente il municipio nel procedimenti che lo vedono coinvolto il compito di rappresentare l'ente nel ricorso promosso dal marito del sindaco. Un'assenza dovuta evidentemente al conflitto di interessi legato al suo ruolo istituzionale: da una parte quello del marito e della famiglia in generale di vedersi annullato il diniego al condono e l'ordinanza di demolizione dello scorso 29 marzo, dall'altra quello del Comune a veder reso esecutivo l'ordine di abbattimento disposto dall'Ufficio tecnico. © Riproduzione riservata