Domenica 22 aprile 2018 12:28

Abiti firmati e champagne, così si è tradito il corriere della camorra
L'uomo, 61 anni, è stato bloccato dai carabinieri all'uscita dell'autostrada. Aveva con sé otto chilogrammi di cocaina pura

18 dicembre 2017



NAPOLI - Abiti firmati, parlata forbita e modi cortesi. Il corriere della droga arrestato ieri dai carabinieri di Napoli non aveva le sembianze del malvivente. 61 anni, originario di Trecase, centro del Vesuviano, è stato bloccato dai militari dopo una manovra azzardata alla guida di una utilitaria. Alla vista degli uomini dell'Arma ha ostentato calma, spiegando di essere di ritorno di un viaggio in Olanda. Nel lato destro anteriore della vettura, quello occupato dal passeggero, erano stipate bottiglie di pregiati vini e champagne. L'uomo ha spiegato di essere un appassionato, reduce da una ricerca in giro di prodotti enologici di prestigio in giro per l'Europa.

I precedenti dell'uomo e la disponibilità di ventimila euro in contanti hanno insospettito i carabinieri. L'autovettura è stata perquisita e, all'altezza del poggiapiedi del sedile destro, è stata rinvenuta una botola azionabile tramite l'ausilio di un telecomando. Al suo interno erano conservati otto chilogrammi di cocaina pura. Secondo le prime ricostruzioni la droga, proveniente dalla Colombia, sarebbe stata ritirata dall'uomo in Olanda per essere trasportata a Napoli. Probabilmente, al momento del fermo, era diretto dall'acquirente per la consegna. L'elegante corriere non aveva fatto però i conti con l'improvviso inconveniente che lo ha indotto a compiere una brusca manovra all'uscita dell'autostrada. Ora è accusato di traffico di stupefacenti.

© Riproduzione riservata