Martedi 25 luglio 2017 03:49

Torre del Greco, 21enne ferito al torace durante una rapina: arrestati 4 giovanissimi

19 maggio 2017



TORRE ANNUNZIATA (NA) - Tentato omicidio, tentata rapina, porto abusivo di armi comuni e da guerra e munizioni, in più l'aggravante delle finalità mafiose: sono queste le terribili accuse rivolte a quattro giovanissimi di Torre Annunziata - un ventenne e tre minorenni - protagonisti di un increscioso e agghiacciante episodio avvenuto lo scorso 27 dicembre a Torre Del Greco. I quattro, stando alla ricostruzione dei fatti, erano partiti in sella a due ciclomotori alla ricerca di un obiettivo da rapinare, ed avevano individuato la propria vittima designata in un giovane di 21 anni, a cui avevano deciso di sottrarre lo scooter.

I fatti

Il 21enne era però inizialmente riuscito a divincolarsi dalla morsa dei malviventi. I quattro balordi non si davano per vinti e davano vita a un inseguimento per le vie della città terminato di fronte a una pizzeria, dove la vittima, raggiunta dai rapinatori, veniva ferita a colpi di arma da fuoco esplosi a distanza ravvicinata che lo raggiungevano alla caviglia e al torace. Il 21enne veniva quindi trasportato con urgenza in ospedale, e se la cavava solo grazie alla fortuna del caso - il proiettile in pieno petto non ledeva, infatti, organi vitali - e al tempestivo intervento del personale sanitario.

L'arresto

I quattro responsabili sono stati identificati al termine di un'intensa attività investigativa. Tra di loro figurano due sedicenni ritenuti vicini al clan dei Gallo-Limelli-Vangone che opera tra Trecase, Boscotrecase e Boscoreale, nell'area vesuviana. E' stato inoltre accertato che gli indagati minorenni avevano la disponibilità di armi e munizioni, tra cui un fucile kalashnikov sequestrato il 1 dicembre 2016 a Boscotrecase nella roccaforte dei clan.

© Riproduzione riservata