Mercoledi 18 ottobre 2017 18:29

Finge la morte di una figlia e truffa due preti, arrestato nel Borgo Sant’Antonio Abate




NAPOLI - Manette per un 26enne di Acerra, arrestato per truffa dai carabinieri del nucleo operativo della compagnia Stella. Il giovane è stato notato a piedi su via Sant’Antonio Abate, nei pressi di una chiesa, in atteggiamento sospetto, dai militari dell’arma che lo hanno fermato per controlli. L’insolita presenza del giovane, che non ha saputo spiegare cosa stesse facendo, ha insospettito i carabinieri che  hanno avviato delle verifiche in zona. In poco tempo è stato accertato che il 26enne si era presentato al parroco di una chiesa vicina, con falsa identità, raccontando che aveva una figlia di 3 anni morta di tumore a Milano, mostrando anche una foto che lo ritraeva con una bimba in braccio, inducendolo a consegnargli 40 euro per potersi recare all’ospedale e prelevare la salma, fissando anche la data dei funerali da tenersi da li a poco in quella chiesa. Proseguendo nelle verifiche i carabinieri hanno accertato anche un analogo episodio accaduto poco prima in danno di un altro sacerdote responsabile di una comunità su via santa Maria Avvocata, che aveva elargito 9 euro al 26enne. Il denaro è stato recuperato e restituito agli aventi diritto. L'arrestato non risulta avere figli, ora è in attesa di rito direttissimo. © Riproduzione riservata