Giovedi 17 agosto 2017 01:41

Tragedia del mare a Palinuro, morti i tre sub dispersi




PALINURO (CENTOLA) - I corpi dei tre sub dispersi nelle acque di Palinuro sono stati individuati. I corpi senza vita dei tre sommozzatori si troverebbero in una grotta a 50 metri di profondità ma al momento il recupero delle salme è reso difficoltoso dalla mancanza di visibilità in attesa dell'arrivo degli specialisti del nucleo speleo-sub del comando Vigili dei Fuoco di Roma. Il gruppo composto da 12 sub si era diretto questa mattina alle 10 nei pressi di Cala Fetente  per un'immersione didattica in parete lungo il costone "del ribatto" ma per cause ancora da accertare i tre non sono più risaliti facendo scattare l'allarme tra i compagni che hanno avvertito immediatamente i soccorsi. Le tre vittime, M.C. titolare di un centro di diving a Palinuro,  M. T. sempre del posto, e S. A. di Milano, erano tre sub esperti e lo stesso sommozzatore milanese qualche giorno fa aveva condotto la figlia nel suo "battesimo" del mare. Sul molo della rinomata frazione marina del Comune di Centola si è radunata una folla di amici e parenti increduli e disperati. Arrivato anche il sostituto procurato del tribunale di Vallo della Lucania che dovrà indagare sulla tragedia. Nella mente di molti il dramma avvenuto nel giugno del 2014 quando  furono quattro i sommozzatori  a morire nelle acque di Palinuro.