Martedi 06 dicembre 2016 06:42

Acerno, la casa di riposo è un lager: 18 persone nei guai




SALERNO - Maltrattamenti di ogni tipo nei confronti di anziani e minorati psichici. E' l’accusa contestata dai 18 persone operanti nella casa di riposo per anziani Hotel Stella di Acerno, in provincia di Salerno. Tra questi figura anche il direttore della struttura.

I Carabinieri della Compagnia di Battipaglia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare interdittiva che ha vietato alle 17 persone di proseguire l’attività socio-assistenziale nella casa, più al direttore di gestirla. Il provvedimento avrà la durata di 12 mesi, salvo diversa decisione da parte del Tribunale del riesame in caso di ricorso.

Le indagini condotte nell’operazione “Bad house”, effettuate attraverso intercettazioni e telecamere nascoste, hanno permesso di evidenziare come sia il direttore che gli operatori si macchiassero di violenze con percosse, schiaffi, calci, spinte e strattoni nei confronti dei degenti. I malcapitati ospiti sarebbero stati costretti a rimanere per ore bloccati su sedie e poltrone, senza poter comunicare con i propri parenti o bere e mangiare oltre l’orario consentito.

Gli operatori avrebbero impedito anche ai pazienti di usufruire dei servizi igienici secondo le proprie necessità, inducendoli in alcuni casi a urinarsi addosso. Nel corso dell'operazione è stata effettuata dal Nas di Salerno un'ispezione che ha interessato tutti gli ambienti della casa di riposo, al fine di verificarne le condizioni igienico-sanitarie.

© Riproduzione riservata