Martedi 22 agosto 2017 14:52

Falsi certificati per voto alle primarie del Pd e tratta di esseri umani: 9 arresti nel salernitano




EBOLI (SA) - Falsi certificati di residenza e codici fiscali per stranieri in cambio di un voto alle primarie del Pd per le elezioni comunali. Era questo uno degli accordi che Giuseppe Mazzini, dirigente dell’ufficio anagrafe del Comune di Eboli, aveva stabilito con un gruppo criminale della Piana del Sele specializzato nello sfruttamento di lavoratori stranieri. Aperta un'indagine nata da una inchiesta ben più ampia, che sempre oggi ha portato all’arresto di nove persone della procura distrettuale antimafia di Salerno e dei carabinieri del Ros contro la tratta di esseri umani. Al centro delle indagini un'organizzazione transnazionale multietnica specializzata nella tratta di cittadine romene da sfruttare in aziende agricole, sottopagate e vessate con minacce e violenze. In questa operazione è stato scoperto il rapporto con il funzionario del comune di Eboli, Giuseppe Mazzini, che facilitava il rilascio dei documenti per la regolarizzazione delle donne che poi venivano sfruttate dall’organizzazione che faceva riferimento ad un imprenditore, Emanuele Valletta, 35 anni, imprenditore turistico finito in manette in quanto riferimento territoriale del gruppo criminale. © Riproduzione riservata