Lunedi 25 settembre 2017 15:31

Boscoreale. Spacciatrice a 14 anni, consegnava la droga in bici

20 marzo 2017



NAPOLI - Via Settetermini è uno stradone lunghissimo. Parte dal litorale di Torre Annunziata e si allunga fino all'entroterra di Boscoreale, terminando dinanzi ai binari della ferrovia Circumvesuviana. Lungo la striscia d'asfalto sorgono le palazzine del "Piano Napoli", un agglomerato popolare che, a passarci di sera, mette paura. Il rione è il fortino dei clan della zona, una roccaforte dello spaccio dove si riforniscono i tossicodipendenti dell'entroterra vesuviano. Storie di degrado e povertà, dove la brava gente e il malaffare convivono a pochi metri di distanza.

In questo angolo di mondo i carabinieri della locale stazione hanno scoperto una ragazzina di 14 anni, spacciatrice itinerante. In sella alla sua bici elettrica era incaricata di smistare marijuana e cocaina. Quando arrivano i clienti, lei li raggiunge pedalando. Dà la droga e riceve il denaro. E guadagna. Il tanto che basta, a 14 anni, per credere che quella sia la strada giusta. Una volta fermata ha raccontato agli assistenti sociali che a lei piace fare la spacciatrice. Guadagna centinaia di euro, e va bene così. La sua storia, raccontata da Metropolis, è quella di tanti coetanei. I datori di lavori sono le cosche locali. Si affidano ai minorenni perché tendono a passare inosservati e sono più difficili da imputare.

© Riproduzione riservata