Mercoledi 13 dicembre 2017 00:08

«Torna a casa per cucinare», follia a Napoli: minaccia e picchia la moglie sul posto di lavoro

20 aprile 2017



NAPOLI - Ha minacciato la moglie nell'ospedale dove lavora, ingiungendole di tornare immediatamente a casa "per cucinare", e poi ha tentato di aggredirla anche davanti ai poliziotti intervenuti.

Autore delle aggressioni un uomo di 40 anni, di Marigliano, in provincia di Napoli, arrestato nel pomeriggio di ieri con le accuse di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali dolose e resistenza a pubblico ufficiale.

Da quanto accertato l'uomo come una furia si è presentato nell'ospedale del centro storico dove la moglie lavora, qui l'ha afferrata per i capelli per obbligarla a tornare a casa per cucinare. Urlando, l'uomo l'ha poi minacciata di chiuderla in un sacco.

Grazie all'intervento di una guardia giurata, la donna è riuscita a fuggire all'interno dell'ospedale, cercando riparo al secondo piano. Intanto, mentre l'uomo continuava ad inveire contro la donna, sono giunti sul posto i poliziotti ai quali la vittima ha riferito di essere oggetto di percosse e violenze da 10 anni e di non aver mai presentato denuncia solo per amore dei loro sei figli, temendo ritorsioni da parte del marito, sposato 16 anni fa.

© Riproduzione riservata