Venerdi 18 agosto 2017 08:54

Taglio del nastro della biobanca di Portici, De Luca: «La Campania è la regione più controllata»

20 maggio 2017



PORTICI (NA) - Ottantasei postazioni che illustrano le dieci aree tematiche di scienza e ricerca, laboratori didattici per i più piccoli, stand sulla educazione alimentare: è questa l'undicesima edizione di "Fattorie didattiche aperte" in programma sabato 20 e domenica 21 maggio 2017 all'Istituto zooprofilattico del Mezzogiorno a Portici, in provincia di Napoli.

L'iniziativa rientra nella più ampia kermesse "Tutta n'ata storia", evento dedicato a Portici e ai suoi luoghi di tradizione, arte, cultura, scienza e storia.

La biobanca, punto di forza dell'Izsm, è stata inaugurata alla presenza del governatore della Campania, Vincenzo De Luca.

Secondo quanto reso noto dal direttore generale dell'Istituto, Antonio Limone: «La biobanca custodisce 4.200 campioni di sangue, di tessuti, urine e feci che sono stati fatti per ottemperare al progetto Spes. L'idea è quella di avere a disposizione dei campioni che possono servire ad altri gruppi di ricerca ma è anche un riferimento alla successiva fase delle indagini quando hai bisogno di rapportarli a studi già fatti».

«Due anni fa eravamo nel mezzo di una guerra commerciale contro la Campania nel settore agroalimentare - ha dichiarato il governatore - sulla scia delle vicende legate alla Terra dei Fuochi, oggi possiamo dire che la Campania è la regione più monitorata di Italia col 96 per cento di terreni sicuri. Non so se indagini di questo tipo ci sono in altre regioni italiane e quali siano i risultati. Questo vuol dire garantire crescita e sviluppo a una regione».

© Riproduzione riservata