Sabato 18 novembre 2017 07:03

Si è suicidato in carcere il killer del gioielliere di Prati a Roma




ROMA - Si è suicidato in una cella del carcere di Regina Coeli di Roma il 32enne napoletano ritenuto il presunto killer del gioielliere romano ucciso durante una rapina lo scorso 15 luglio nel suo negozio di via dei Gracchi nel centralissimo quartiere Prati. Secondo quanto si è appreso l'uomo si sarebbe tolto la vita ieri sera intorno alla mezzanotte. E' stato ritrovato impiccato con un lenzuolo bianco dagli agenti della polizia penitenziaria durante un controllo dei detenuti del reparto grande sorveglianza del carcere romano. Inutili i soccorsi, perché all'arrivo dell'ambulanza per lui non c'era più nulla da fare. il 32enne è stato arrestato stesso ieri dai carabinieri del nucleo investigativo di Roma su un treno all'altezza di Latina. Quando è stato bloccato aveva ancora con sé il cellulare della vittima, una pistola addosso e un'altra nel borsone dove custodiva anche decine di gioielli, alcuni con la targhetta della gioielleria di via dei Gracchi e contanti. © Riproduzione riservata