Choc a Pozzuoli: rifiuta di offrire una sigaretta e due euro, aggredito e minacciato con una pistola




POZZUOLI (NA) - Aggredito selvaggiamente e colpito con una pistola per aver rifiutato alle insistenti richieste di due euro e una sigaretta: è accaduto a Pozzuoli, all'interno di un centro scommesse. La vittima è un uomo di 50 anni, avvicinato da un 46enne - già noto alle forze dell'ordine - che gli avrebbe chiesto prima la somma di due euro, poi una sigaretta. Al suo rifiuto, le pretese dell'uomo si sono fatte ancora più insistenti e il pregiudicato è arrivato a chiedere 5 euro, dopodichè, all'ennesimo diniego, è scattata la follia.

L'aggressione choc

Il 50enne è stato colpito prima con una testata in faccia, e poi con il calcio di una pistola - risultata finta ma priva di tappo rosso - alla testa. Trasportato all'ospedale di Pozzuoli, è stato giudicato guaribile in 10 giorni per una ferita lacero contusa e trauma alla testa. L'aggressore è stato rintracciato dai carabinieri mentre alla guida della sua auto cercava di allontanarsi dalla zona. Il 46enne è ora ai domiciliari in attesa del rito direttissimo.

© Riproduzione riservata