Cocaina a Roma, 19 arresti. Coinvolte camorra e ‘ndrangheta
Diciannove persone sono state arrestate dai carabinieri a Roma nel corso di un'operazione volta alla disarticolazione di due organizzazioni dedite al commercio di cocaina

21 marzo 2018



ROMA - Due gruppi criminali distinti, uno legato alla camorra e l'altro alla 'ndrangheta, dediti allo spaccio di cocaina nell'area di Roma. L'operazione condotta dai carabinieri del Comando Provinciale della Capitale ha portato all'arresto di 19 persone. Duecento militari si sono mossi di primo mattino con l'ausilio di unità cinofile ed elicotteri. per dare esecuzione alle ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale capitolino su disposizione della locale Dda. Sedici persone sono finite in carcere, tre agli arresti domiciliari. Sono accusate a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di stupefacenti, aggravata dall'uso delle armi.

In queste ore sono ancora in corso perquisizioni e controlli per disarticolare le organizzazioni. Nel mirino ci sono pusher, vedette e galoppini. Da tempo Roma è al centro degli appetiti della criminalità organizzata. La Capitale è considerata uno dei mercati più floridi. La richiesta di cocaina è in continua crescita. Lo testimoniano le operazioni condotte dalle forze dell'ordine negli ultimi anni che hanno portato ad una lunga serie di sequestri ed arresti. E così mafia, camorra e 'ndrangheta fanno e disfano alleanze con le consorterie criminali del luogo per rifornire di droga l'intera città.

© Riproduzione riservata