Venerdi 22 settembre 2017 17:12

Rapinarono a Napoli due ragazzine dei loro smartphone, rintracciati i due malviventi

21 giugno 2017



NAPOLI - Terrorizzarono e rapinarono a Napoli due ragazzine per impossessarsi dei loro smartphone, che poi persero correndo. Dopo una colluttazione con un carabinieri riuscirono a scappare ma ora sono stati raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

I fatti risalgono alla sera del 13 novembre scorso quando un carabiniere, che stava rientrando in caserma in via Aniello Falcone, vide un malvivente armeggiare vicino a un'auto in sosta. Il militare scese dall'auto, lo rincorse e riuscì a bloccarlo, ma l'uomo si oppose violentemente all'arresto e riuscì a divincolarsi. Dopo pochi istanti arrivò il complice alla guida di uno scooter, lo prelevò e fuggirono. Correndo però uno dei due persero 2 smartphone. Il militare li recuperò e fu avvicinato da due ragazzine agitate e spaurite: poco prima erano state rapinate dai due.

Raccogliendo le dichiarazioni dei testimoni e scandagliando i filmati delle telecamere di videosorveglianza pubbliche e private installate in zona, i militari sono arrivati oggi all'identità dei due rapinatori.

© Riproduzione riservata