Sabato 23 settembre 2017 09:15

Due sorelle dormono in una 500 da maggio, accade a San Giorgio a Cremano




SAN GIORGIO A CREMANO - Niente lavoro, niente casa. Solo una vecchia 500, dove dormire e ripararsi dalle intemperie. Colpisce nel profondo la vicenda di due sorelle, di 40 e 50 anni. Storia di povertà e disagio che arriva da San Giorgio a Cremano, popoloso comune a est di Napoli. Una disavventura iniziata quindici anni fa, al momento della scomparsa dei genitori. Prima la vendita della casa di famiglia per andare in fitto altrove, poi le ristrettezze economiche che le hanno portate a non poter più pagare la mensilità. A quel punto, non restava molto altro che quella vecchia 500, diventata la loro casa. «Ci siamo rivolte al Comune di San Giorgio - raccontano - ma ci hanno detto che alloggi disponibili non ce ne sono. Vogliamo una casa vera ma soprattutto un lavoro. Da maggio dormiamo in macchina». Già, il lavoro. In una terra dove i tassi di disoccupazione sono altissimi, le due hanno tentato di mantenersi dando lezioni private e lavorando come estetista, ma senza guadagnare abbastanza per mantenersi. Trovare un nuovo lavoro è quasi un miraggio, penalizzate dall'età. Hanno cercato un impiego come commesse, ma hanno ricevuto solo porte in faccia. Resta solo la 500, ma i problemi sorgono quando c'è il bisogno di lavarsi o fare una doccia. «L'unica ad accoglierci - spiega una delle due - è stata un’amica extracomunitaria che vive in zona, l'unica disponibile. Nei locali pubblici troviamo le porte chiuse». Dinanzi al disinteresse delle istituzioni e alla mancanza di solidarietà, il loro sogno è andar via. In qualsiasi posto possa offrire loro una casa e un lavoro. Una vita normale. © Riproduzione riservata