Venerdi 26 maggio 2017 00:08

Sequestrata, drogata e violentata per tutta la notte




EBOLI - I militari della stazione di Santa Cecilia di Eboli, in provincia di Salerno, guidati dal maresciallo Giovanni Trotta, in località Campolongo, hanno arrestato in flagranza di reato per sequestro di persona, rapina e violenza sessuale, due pregiudicati del posto. I due, nella serata del 19 gennaio, dopo aver indotto una giovane rumena di 23 anni a salire sulla loro autovettura e obbligata con la forza ad assumere una bevanda mescolata ad un sedativo le hanno coperto il volto con un cappuccio, le hanno immobilizzato mani e piedi con fascette e dopo averle sottratto gli effetti personali, tra cui il telefono cellulare, l'hanno condotta nell'abitazione di uno dei due aggressori dove è stata violentata per tutta la notte. Il giorno seguente la giovane vittima, simulando un malore, ha convinto i suoi assalitori a farsi accompagnare presso la propria abitazione per assumere dei medicinali, ma con gran sorpresa della giovane lì ha trovato i carabinieri allertati da una sua connazionale, insospettita dalla lunga assenza della donna. I carabinieri hanno arrestato i due aguzzini in flagranza di reato che avevano indosso ancora gli effetti personali della giovane rumena. Su disposizione della Procura della Repubblica di Salerno i due sono stati portati al carcere di Salerno. © Riproduzione riservata