Domenica 20 agosto 2017 06:11

Napoli, serenate in via Atri: scontro tra “Topolino” e i residenti

22 febbraio 2017



NAPOLI - Una piccola guerra è scoppiata nel ventre di Napoli. In via Atri, nel cuore dei Decumani, è scontro frontale tra "Topolino" e i residenti. No, niente a che fare con il Mickey Mouse di Walt Disney. Tonino Borrelli, neomelodico, si è conquistato quel soprannome chissà come. Ma il simpatico nomignolo non lo sottrae agli strali dei vicini. Borrelli, ogni giorno, apre il balcone, collega il microfono e lo stereo agli altoparlanti e inizia ad intonare i brani del repertorio napoletano. La scenetta piace tanto ai turisti che lo omaggiano con applausi ed offerte che il posteggiatore da balcone raccoglie con un "panariello".

Il concertino, però, non incontra il consenso dei residenti, che - da qualche tempo a questa parte - hanno iniziato a protestare. Ma "Topolino", di smettere, non ne vuole sapere. Disoccupato e senza reddito, ha solo quell'attività «per mettere il piatto a tavola». Promette che terrà il volume degli altoparlanti un po' più basso, ma poi, intervistato dall'Ansa, rilancia: «Gli amici del vicolo devono sapere che non posso smettere perché  come dice proprio una canzone 'je so napulitano e se nun canto je moro' (sono napoletano e se non canto muoio, ndr)».

© Riproduzione riservata