Venerdi 22 settembre 2017 06:34

Operazione antidroga a Torre Annunziata. Sequestrato un bar, era una base di spaccio




TORRE ANNUNZIATA - Più che un bar, un supermercato degli stupefacenti. I carabinieri di Torre Annunziata e Boscotrecase hanno posto sotto sequestro, questa mattina, un locale commerciale ubicato nel rione popolare denominato "Murattiano" della cittadina torrese. Secondo quanto emerso dalle indagini, il "Bar Gigi" era la base operativa di un'attività illecita di rivendita al minuto di sostanze stupefacenti. I militari hanno eseguito un'ordinanza di applicazione di misura cautelare - emessa dal Gip del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della locale Procura - nei confronti di 7 indagati, ritenuti, a vario titolo, responsabili - in concorso - di tentata estorsione, spaccio sostanze stupefacenti e lesioni aggravate. Le indagini, sottolinea una nota, sono state avviate nel febbraio 2015 a seguito di un'aggressione. L'intervento dei carabinieri, coordinato dalla Procura, ha consentito di individuare il mandante ed uno degli esecutori materiali del pestaggio e di chiarire il movente, ovvero quello di recuperare il credito di stupefacente vantato nei confronti della vittima. I carabinieri hanno iniziato così una serie di specifici servizi di osservazione supportati da attività tecniche d'intercettazione telefoniche/ambientali e video grazie ai quali sono riusciti a monitorare circa 330 episodi di spaccio di sostanze stupefacenti avvenuti, in 30 giorni circa, all'interno dei locali del bar. Grazie alle indagini, i militari hanno denunciato in stato di libertà per spaccio di sostanze stupefacenti una persona di Boscotrecase e segnalato quali assuntori di sostanze stupefacenti circa 20 acquirenti (provenienti dai comuni limitrofi e del napoletano, nonché dall'agro nocerino-sarnese) con il contestuale sequestro di 22 dosi di marijuana e 1 dose di hashish. © Riproduzione riservata