Sabato 18 novembre 2017 12:54

Casamonica, minacciato di morte giornalista a Terzigno. Indagava sull’elicottero partito per Roma




TERZIGNO (NA) - «Io ti uccido proprio! Dove vai? Io ti atterro qui». Un cronista ed un operatore di fanpage.it sono stati aggrediti a Terzigno mentre filmavano l'eliporto dal quale è partito l'elicottero monomotore R-22 che ha lanciato dei petali di rosa durante i funerali di Vittorio Casamonica a Roma. La troupe era riuscita con non poche difficoltà a raggiungere la piccola pista di atterraggio e mentre filmava l'eliporto è stata circondata da quattro persone che hanno intimato loro di abbassare la telecamera e cancellare le riprese ma il tutto è stato condito da strattoni e minacce di morte. L'increscioso episodio è stato registrato in parte dalla videocamera dei reporter fino a quando a causa di una breve colluttazione la stessa si è spenta. Il seguito, forse ancora più allarmante, è stato raccontato dal giornalista Alessio Viscardi: i quattro hanno fotografato i documenti di riconoscimento e la targa della moto con la quale la troupe aveva raggiunto l'elipista per poi ribadire le minacce di morte «vi veniamo a prendere sotto casa, vi sotterriamo in una piscina vuota». Sull'episodio indaga la polizia per risalire agli autori delle minacce. © Riproduzione riservata