Venerdi 24 novembre 2017 13:53

Sequestro di beni agli eredi del boss della cosiddetta “Nuova Famiglia”, sigilli anche all’istituto Settembrini




POGGIOMARINO (NA) - Sequestro di beni per circa 5 milioni di euro tra scuole, appartamenti, agriturismo e una casa editrice, è stato disposto dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Napoli nei confronti di due eredi del boss della cosiddetta Nuova Famiglia, già deceduto nel 2010. I carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna hanno eseguito stamane il provvedimento di sequestro anche dell'istituto scolastico "Settembrini", di cui il boss era patron, con sede a Poggiomarino, ma con filiali anche in diverse località italiane, nel quale negli anni '80 conseguì il diploma la sorella del capo della Nuova camorra organizzata, Raffaele Cutolo. Per gli investigatori la capacità reddituale del boss non sarebbe stata tale da giustificare l'accrescimento patrimoniale verificatosi nel tempo. Oltre a diversi terreni agricoli ed edifici sotto sequestro sono finite anche quote societarie di diverse attività imprenditoriali e due rapporti bancari. © Riproduzione riservata