Mercoledi 22 novembre 2017 17:35

Sparatoria contro Poppella, la Commissione anticamorra: «Urge più sicurezza alla Sanità»

23 febbraio 2017



NAPOLI - «I fatti accaduti stamane al rione Sanità sono inaccettabili e gravissimi. Esprimiamo la nostra incondizionata vicinanza, solidarietà e attenzione ai proprietari della pasticceria Poppella, vanto della nostra città, che sono stati oggetto del danneggiamento delle vetrine a seguito dell'esplosione di colpi d'arma da fuoco». Ad affermarlo sono i componenti della Commissione speciale anticamorra che lunedì scorso hanno incontrato i rappresentanti istituzionali della III municipalità.

«L'audizione al rione Sanità della Commissione speciale anticamorra - sottolineano il presidente Carmine Mocerino, la vice presidente Enza Amato e il segretario Vincenzo Viglione - è stato un primo passo per raccogliere dati, informazioni e notizie da chi ogni giorno è presente sul territorio. Sono trascorsi appena tre giorni dalla nostra audizione - continuano - e il presagio che ci rappresentò il presidente Poggiani purtroppo si è avverato».

E come se fosse una risposta a quanto sostenuto da Roberto Saviano la Commissione anticamorra ha concluso ribadendo: «Riteniamo che lo Stato debba produrre uno sforzo ulteriore e mettere in sicurezza questo pezzo di città, tutti in questo momento nel rispetto del proprio ruolo devono fare la propria parte e fornire certezze ai cittadini. Con questo spirito come Commissione speciale anticamorra ci attiveremo per favorire la massima attenzione istituzionale e la tutela di chi vive e lavora nel rione Sanità».

Articoli correlati

Napoli. Paura alla Sanità, spari contro la pasticceria Poppella
Sparatoria contro Poppella, Saviano: «Lo Stato è il protettore della camorra»
© Riproduzione riservata