Martedi 21 novembre 2017 05:18

Caserta, fermato per possesso di droga e armi: in casa trovano reperti archeologici. Denunciata la madre

23 aprile 2017



MARCIANISE (CE) - Sequestrati dai carabinieri di Marcianise, in provincia di Caserta, alcuni reperti archeologici risalenti al VI-V secolo a.C.

Denunciata per ricettazione e impossessamento illecito di beni culturali una donna che custodiva in un locale di pertinenza alla propria abitazione, 6 anfore di varie dimensioni, 22 statuine di vari soggetti, 74 portacandele in terracotta, 8 vasetti di terracotta e 2 bracciali.

L'operazione dei militari è partita in seguito al fermo dell'auto del figlio della donna, un 29enne, trovato in possesso di droga e di una pistola priva di matricola e marca. Per ulteriori accertamenti i carabinieri si sono così recati a casa del giovane dove oltre a scoprire i reperti archeologici hanno sequestrato un bilancino di precisione e materiale vario per il confezionamento, rinvenendo inoltre due fucili calibro 12, uno dei quali legalmente detenuto, e munizioni.

Il giovane è stato arrestato per detenzione abusiva di armi e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

© Riproduzione riservata