Domenica 17 dicembre 2017 11:01

Orrore a Calvizzano, immigrato stupra donna e immortala la violenza

23 maggio 2017



NAPOLI - Orrore nel centro di accoglienza di Calvizzano, nel Napoletano. Un richiedente asilo di 40 anni, di nazionalità nigeriana, ha violentato e malmenato una donna, ospite di un altro centro. Alla violenza carnale si è arrivata dopo le continue richieste avanzate dall'uomo. Secondo la ricostruzione di Teleclubitalia i due avrebbero avuto una relazione in passato. Una volta in Italia lo stupratore le avrebbe chiesto del denaro per averla aiutata ad entrare nel nostro paese. La donna, per un periodo, le ha corrisposto una parte del pocket money (l'appannaggio mensile corrisposto agli ospiti dei centri di accoglienza), pari a 75 euro.

La cifra, ritenuta troppo bassa, ha portato l'uomo a chiedere alla malcapitata di prostituirsi per dargli altro denaro. Dinanzi al diniego sono scattati lo stupro e le botte. Le scene della violenza sono state immortalate con il telefono cellulare della vittima. L'orco aveva scattato le foto per potersi vantare di ciò che aveva appena fatto. Per lui è scattato l'arresto con l'accusa di violenza sessuale, lesioni ed estorsione. I carabinieri della tenenza di Marano lo hanno tradotto presso il carcere di Poggioreale.

© Riproduzione riservata