Mercoledi 18 gennaio 2017 05:09

Teatro San Carlo: salta la replica de “Il Barbiere di Siviglia”




NAPOLI - Giornata nera per il Teatro di San Carlo. Dopo il commissariamento di Michele Lignola, attuale direttore di Confindustria a Napoli, nominato dal ministro Massimo Bray, le cose continuano ad andare per il verso storto e la luce non sembra voler tornare sulle sorti del celebre teatro. La replica di ieri sera dello spettacolo "Il Barbiere di Siviglia" è saltata. Fischi, delusioni e malumori non sono mancati da parte del pubblico costretto a tornare a casa. Gli spettatori hanno atteso oltre un'ora l'inizio dello spettacolo, saltato a causa delle agitazioni dei lavoratori contrari all'arrivo del nuovo commissario Lignola. Il pubblico si è sentito in ostaggio «è sembrata una presa in giro» ha dichiarato l'assessore regionale alla cultura Guido Trombetti, presente in sala. Alle 19:10, infatti, si sono spente le luci per dare inizio all'opera, ma pochi minuti dopo i lavoratori hanno annunciato l'annullamento dello spettacolo, oltretutto fuori abbonamento. Fino a ieri, le maestranze, contrarie da sempre al commissariamento così come il sindaco Luigi De Magistris, avevano ribadito l'intenzione di presidiare il teatro, ma non certo di bloccare le produzioni. La Fondazione San Carlo si è scusata con il pubblico per la mancata rappresentazione. In una nota è stato sottolineato «un gruppo minoritario di lavoratori ha impedito l'andata in scena. Ci scusiamo con gli spettatori, costretti ad aspettare più di un'ora nell'incertezza, senza poi assistere allo spettacolo». Tuttavia rassicurano che il biglietto non è perduto «gli spettatori potranno utilizzare il biglietto per assistere alle successive repliche de Il Barbiere di Siviglia, in programma fino al 29 gennaio, oppure potranno convertire i biglietti acquistati su un altro spettacolo, escluse, però,  le prime e i concerti in data unica. In alternativa è possibile anche richiedere un rimborso». Intanto il neo-commissario Michele Lignola ha incontrato in mattinata la sovrintendente Rosanna Purchia e tutto lo staff del teatro insieme anche a segretari delle organizzazioni sindacali, confederali e di categoria per discutere sul da farsi e programmare lo svolgimento dei compiti affidatigli e le attività della Fondazione. Intanto su twitter arriva un commento del presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro «un gravissimo errore far saltare Il Barbiere di Siviglia. Ai lavoratori dico: non abbassate il sipario». © Riproduzione riservata